“Quando è uscito ‘Storia di un impiegato’ avrei voluto bruciarlo.
Era la prima volta che mi dichiaravo politicamente e so di aver usato un linguaggio troppo oscuro, difficile. L’idea del disco era affascinante. Dare del Sessantotto una lettura poetica, e invece è venuto fuori un disco politico.
E ho fatto l’unica cosa che non avrei mai voluto fare: spiegare alla gente come comportarsi”
(F.DeAndrè su “Storia di un impiegato” – 1973)

Il tutto sarà ad opera di: Mircanto, Cani di Trifola, Paolo Andreoni, Niccolò Lavelli, unòrsominòre. e capibarac, Dulco Klo Charm.